Paolo Albani
ULTIMI AGGIORNAMENTI
ANNO 2019



venerdì 10 maggio
 
Mercoledì 8 maggio all'Istituto Centrale per la Grafica
a Roma ha inaugurato la mostra Pop-App. Scienza, arte e gioco
nella storia dei libri animati dalla carta alle app
,
a cura di Gianfranco Crupi e Pompeo Vagliani, che resterà
aperta fino al 30 giugno. Bellissima, la prima del genere in Italia
sui libri che includono dispositivi meccanici o paratestuali
che richiedono l’interazione del lettore.
In contemporanea questa mostra apre anche a Palazzo Barolo
di Torino al MUSLI (Museo della Scuola e del Libro
per l'Infanzia),
centrata sulla produzione
dei libri animati per l’infanzia.



Nel saggio Libri in gioco di Roberto Farné, contenuto nel catalogo
edito dalla Fondazione Tancredi di Barolo, si cita la mia mostra
di libri d'artista alla Biblioteca Classense Ma questo è un libro?:


Ieri, giovedì 9 maggio, sono uscite due interessanti novità.
La prima è Animali non addomesticabili di Giacomo Sartori,
Paolo Morelli e Marino Magliani, Exòrma, Roma,
con una mia postfazione, che volendo si può anche saltare.
Se qualcuno però la volesse leggere la trova
sul sito Le parole e le cose, cliccando qui.



La seconda novità è il Nuovo Dizionario affettivo
della lingua italiana
, a cura di Matteo B. Bianchi
con la collaborazione di Giorgio Vasta, Fandango libri, Roma.
Ci sono voci di molti amici quali Daniele Benati (Cagnoso),
Ermanno Cavazzoni (Gattomammone), Paolo Colagrande (Peraltro),
Ugo Cornia (Togo), Edgardo Franzosini (Scoreggia),
Paolo Morelli (Fatalità), Paolo Nori (Moldavia),
quella scelta da me è... cliccate qui.



* * *

venerdì 3 maggio
 
Mercoledì 1 maggio su "la Repubblica", in un editoriale
intitolato C'era una volta Beppe Grillo,
Francesco Merlo cita il mio libro I mattoidi italiani,
e in particolare Francesco Becherucci (su Becherucci
si veda il bell'articolo di Mara Sorrentino, cliccate qui).
Per leggere l'editoriale di Merlo cliccate qui.


 


* * *

venerdì 26 aprile

Ho messo in rete un nuovo raccontino del mese,
il mese è aprile, "il più crudele dei mesi" diceva T. S. Eliot,
il racconto-bonsai s'intitola La rappresentazione.





HOME  PAGE        TèCHNE        RACCONTI        POESIA VISIVA

ENCICLOPEDIE  BIZZARRE         ESERCIZI  RICREATIVI          NEWS