Paolo Albani
FENOMENI CURIOSI
Quodlibet 2014, pp. 320

Collana Note Azzurre diretta da
Elena Frontaloni, Giuseppe Dino Baldi e Paolo Maccari




Dalla quarta di copertina

Per quali ragioni ci si affaccia dalla finestra? Che fine hanno fatto i “tacchini danzanti” addestrati dall’ingegnere minerario Cašnik, nato a Tule nel 1854? Gli uccelli migrano solo per ragioni climatiche? Cosa spinge Alcide Pescherini, muratore di Ancona, a riempirsi di zolfo le tasche dei pantaloni? Sono alcuni dei temi indagati con cura da Paolo Albani in questa piccola enciclopedia di fatti curiosi, ordinati per parole chiave e alfabeticamente disposti, dalla “a” di “appuntamenti saltati” alla “z” di “zingarelli” (il vocabolario, di cui si consulta la voce “integrale”), passando per la “c” dove s’incontra il diffuso fenomeno del “convegnismo”, la “e” di “espedienti per riempire il frigorifero”, la “p” di “parlare da soli” e così via. Una "camera delle meraviglie" costruita con ironia e pietas, dove le azioni più comuni, se attentamente osservate, mostrano la loro stranezza e ambiguità, mentre i fatti più sconcertanti, portati sotto la lente del racconto, ci mostrano bonari la loro abbacinante ragionevolezza. Perché osservare e catalogare casi di anomalia e di devianza comportamentale rispetto al molto citato “pensiero omologante” è forse l’unico modo per capire, e mettere in scacco, la presunzione della nostra normalità.

___________________________________________

Premessa

Alla maniera di Bouvard e Pécuchet

    Da sempre il cammino degli esseri umani è costellato di storie bizzarre e insolite, al limite del credibile, dello «strano ma vero» come recita una rubrica di un noto settimanale di passatempi. Storie che ci restituiscono un variegato campionario di personaggi anonimi e marginali, eccentrici, a volte patetici e involontariamente comici, ma che allo stesso tempo, proprio in virtù del loro grottesco vaneggiamento che un po’ ricorda i «fous littéraires» di Queneau o gli iconoclasti di Wilcock, hanno un che di autentico, di sanamente istruttivo che li riscatta e li rende simpaticamente amabili.
    Per anni mi sono prodigato nella raccolta di fenomeni curiosi generosamente offerti dalla cronaca, fenomeni più o meno attendibili che mi hanno colpito per la loro inverosimiglianza e singolarità, per il loro collocarsi nel limbo delle eccezioni e dell’imprevedibile; da questo paziente accumulo, è nato un significativo, per quanto limitato, repertorio, una personale collezione di «fatti inquietanti», una specie di «Piccolo Gabinetto delle Curiosità», ordinato per parole-chiave, alfabeticamente disposte, in modo da simulare la forma di un dizionario o di un’enciclopedia: oggetti librari, come diceva Manganelli, fascinosi, seducenti e innamorativi.
    L’ho fatto, questo lavoro da archivista, al solito con un piglio distaccato e divertito, mi viene da dire alla maniera di Bouvard e Pécuchet, convinto che l’osservare e il catalogare casi di anomalia e di devianza comportamentale rispetto al pensiero dominante, dilagante e omologante sia un ottimo viatico per comprendere meglio e al contempo mettere bonariamente alla berlina l’illusoria presunzione della nostra normalità.


___________________________________________

Per le recensioni al libro cliccate qui.

___________________________________________

INDICE DEI FENOMENI CURIOSI

A
affacciarsi alla finestra
aggiustamento delle perdite di tempo
appuntamenti saltati
assassino malinconico
azione di disturbo

B
balletto acrobatico di tacchini
bambolotto in vetrina
bruttezza da studiosi

C
canarino di peluche
cani supponenti
circolo vizioso dell'assassino di professione
cognome sfortunato
complesso della frase a metà
comportamenti nel privato
conferenza
conta bilingue
convegnismo

D
diavoleria di strada
discorso filosofico alla maniera di Martin Heidegger
donne come bambole

E
effetto-rana
elenfantino di Düsseldorf
empatia da fatica
esotismo
espediente per riempire il frigorifero

F
finta morte
fobie del Manzoni
formula per la crioconservazione
forza del vento
frasi fatte degli scrittori

G
gas intestinale
gemelli ungheresi
gioco delle carte
giramento a vuoto

H
Hašek e la guida al nulla
Houdini della Luigiana

I
incollatura del violino
indagine di polizia
isolamento individuale

J
Jakub e la camminata sulle acque

K
killeraggio dei barbieri

L
lettura di libri chiusi
libri-placebo
libro in miniatura
linguaggio fiorito

M
maltrattamento degli animali
migrazione psicologica degli uccelli
mosca nella sala d'aspetto
mutismo asociale

N
nemico della routine
noia

O
ora soggettiva
osservazione del soffitto (trattatello)

P
parlare da soli
parole non usate
passatempo sciocco
pedoterapia
pensieri fuori controllo
pesci albini
prestito rifiutato
puzza sotto il naso

Q
quadro di Cézanne

R
recensione compulsiva
reincarnazione negli oggetti
ridendo e scherzando
riso delle donne
ritorno sul luogo del delitto
romanzo-delegato
rossore in volto

S
scelta del luogo migliore
scomparsa di cappelli
sedimento di nebbia
sguardo incendiario
signora omicidi dei poveri
silenzio assoluto
simultaneismo musicale
sindrome dell’identificazione
sogni a comando
sostituzione funzionale degli oggetti
spiritello cattivo
stilografica nera

T
tastatore
tunnel senza uscita

U
uova «umane»

V
valanga
vilipendio
voce della televisione

W
Wagner e le mosche

X
Xavier e la parlata veloce
xenotrapianto

Y
Yonge e la cura contro la sterilità

Z
Zingarelli, voce «integrale» dello


HOME  PAGE      TèCHNE      RACCONTI     POESIA VISIVA

ENCICLOPEDIE  BIZZARRE       ESERCIZI  RICREATIVI       NEWS