Paolo Albani
IL COMPLESSO DI PEEPERKORN
SCRITTI SUL NULLA

Piccola Biblioteca di Letteratura inutile
idea e cura di Giovanni Nucci

Italo Svevo Editore
Roma 2017

  





_____________________________________________


PROLOGO


         Il nulla è uno di quei temi topici che da sempre ha affascinato artisti, poeti e scrittori, per non parlare dei filosofi che pur di speculare su ogni minimo risvolto dell’esistenza umana hanno ripetutamente speculato (attività che mi guardo bene dal giudicare in modo negativo) anche sul nulla.

         Personalmente ricordo che quando lessi negli anni settanta L’Essere e il nulla. Saggio fenomenologico sull'ontologia di Jean-Paul Sartre, nella traduzione italiana di Giuseppe Del Bo, pur sforzandomi – masochisticamente – di capire il pensiero sartriano, mettendoci tutta la mia buona volontà, alla fine non ci capii nulla, che potrà apparire un facile giochetto di parole, ma, ahimè, corrisponde alla pura verità.

Lungo le interminabili 753 pagine del libro edito da Il Saggiatore, Sartre propina riflessioni caotiche e vertiginose (così almeno apparivano a me, che in filosofia non sono mai stato una cima) di questo tenore: «Il per-sé è l'in-sé perdentesi come in-sé per fondarsi come coscienza. La coscienza trae dunque da se stessa il suo esser coscienza e non può rinviare che a se stessa, in quanto è la propria nullificazione; ma ciò che si annulla nella coscienza, senza tuttavia potere esser detto fondamento della coscienza, è l'essere in sé contingente».

Un attimo di pausa, riprendo fiato e continuo a citare Sartre sul nulla: «L'in-sé non può fondare nulla. Se fonda se stesso lo può soltanto dandosi la modificazione del per-sé. È fondamento di se stesso in quanto non è già più in sé: qui incontriamo l'origine di ogni fondamento. Se l'essere in sé non può essere né il proprio fondamento né quello di alcun altro essere, il fondamento in generale viene all'essere in virtù del per-sé. Il per-sé non soltanto fonda se stesso come in sé nullificato, ma con lui fa la sua prima apparizione il fondamento come tale».

Eccetera eccetera. Sartre va avanti così, imperterrito, per 753 pagine…

Forse è proprio in conseguenza di questo debilitante smacco conoscitivo che alla fine presi la decisione di occuparmi, a modo mio e in momenti diversi, del nulla.


_____________________________________


NOTA SULLE FONTI


        Questo libro sul nulla nasce da alcuni miei testi apparsi in volume, riviste cartacee o redatti in occasione di convegni, nell’arco di tempo che va dal 2000 al 2012.

    Rispetto agli originali, ho eliminato ripetizioni, corretto alcuni errori, inserito qualche precisazione e, dove mi è sembrato opportuno, aggiunto nuove indicazioni bibliografiche.

         Gli scritti in ordine di apparizione sono questi:

 

    ‒ Guida al nulla: uscito sul n. 19 dell’«Almanacco del Bibliofilo», Edizioni Rovello, Milano, 1 gennaio 2009, pp. 15-20. Questo numero dell'Almanacco, intitolato Recensioni in ritardo. Antologia di singolari e argute presentazioni di opere letterarie antiche e moderne, famose, poco note e sconosciute, a cura di Mario Scognamiglio, contiene testi di (in ordine di apparizione) Umberto Eco, Paolo Albani, Annalisa Bruni, Arturo Capasso, Salvatore Carrubba, Gianni Cervetti, Matteo Collura, Gianandrea de Antonellis, Oliviero Diliberto, Gianfranco Dioguardi, Curzia Ferrari, Mauro Giancaspro, Giuseppe Marcenaro, Elio Palombi, Mario Scognamiglio,  Pietro Spirito, Armando Torno.

 

    ‒ Il complesso di Peeperkorn ovvero l’arte di non dire niente: relazione tenuta al convegno sul Nulla, curato da Laura Gambi e Paolo Nori, svoltosi presso il CISIM (Centro Internazionale Studi e Insegnamenti Mosaico) di Lido Adriano (Ravenna) il 29 maggio 2011. Una sintesi di questa relazione è stata pubblicata sul n. 04 di «alfalibri», supplemento mensile al n. 12 di «alfabeta2», Editore Assoc. Culturale Alfabeta Edizioni, settembre 2011, p. 16.

 

    ‒ Chi troppo vuole nulla stringe: testo preparato per il secondo convegno sul Nulla, a cura di Paolo Nori, svoltosi nella Sala Borsa a Bologna il 15 dicembre 2012, ma poi non letto e dunque rimasto inedito.

 

    ‒ Come se niente fosse: relazione tenuta al secondo convegno sul Nulla, a cura di Paolo Nori, svoltosi nella Sala Borsa a Bologna il 15 dicembre 2012. Testo inedito.

 

    – La telefonata: in Il corteggiatore e altri racconti, Campanotto Editore, Udine, 2000, pp. 67-76.

 

    ‒ Dialogo di uno scrittore con la sua pagina bianca: commedia nullista in un atto: uscito sul n. 66-67 de «il Caffè illustrato», bimestrale di parole e immagini diretto da Walter Pedullà, Editore Incipit Srl, Roma, maggio-agosto 2012, p. 6.

 

    ‒ Metagramma nullista: uscito sul n. 19 di «Tèchne», rivista di bizzarrie letterarie e non, Campanotto Editore, Udine, maggio 2010, p. 7, numero monografico dedicato al tema del nulla.


_____________________________________

e altro

Per leggere la recensione ai miei scritti sul nulla
 uscita su Donna de la Repubblica
di sabato 26 novembre 2017
a firma di 
Tiziano Gianotti cliccate qui.

_______________________________


Su Fattitaliani.it, plurisettimanale di Cultura e Leggibilità,
è uscita lunedì 27 novembre 2017 una mia intervista
sui miei scritti sul nulla, per leggerla cliccate qui.

________________________________

Su Letture.org, portale di libri: novità, recensioni,
autori, interviste, anteprime, è uscita una mia intervista
sul libro mercoledì 29 novembre 2017, per leggerla cliccate qui.


___________________________________


Un bel testo di Sergio Salabelle,
Una rotonda sul nulla, sui miei scritti sul nulla,
uscito sul blog della Libreria indipendente Les Bouquinistes
di Pistoia, in occasione della presentazione del libro
all'omonima libreria sabato 16 dicembre 2017.


______________________________



La bella locandina di Tirez sur le graphiste (alias Enrico Anzuini)
per la presentazione del libro con Matteo Pelliti
alla libreria indipendente Les Bouquinistes
di Pistoia il 16 dicembre 2017.

______________________________




"La Nuova" di Venezia e Mestre
un articolo di Roberto Lamantea
domenica 17 dicembre 2017, p. 37


_______________________________

Una segnalazione sul blog di Paolo Nori



________________________________

Lituraterre, trasmissione di Radio Statale di Milano,
intervista sul libro, ore 18:00 circa, 15 gennaio 2018:





Conferenza sul nulla, in occasione dell'uscita del libro,
tenuta alla libreria Todo Modo di Firenze (via dei Fossi n. 15/R),
ore 19:00, 16 gennaio 2018:





Foto Duccio Scheggi


Intervista rilasciata a Vittorio Rotolo della Gazzetta di Parma, 8 febbraio 2018


Libreria Feltrinelli di Parma, strada Luigi Carlo Farini n. 17,
8 febbraio 2018, il momento più faticoso della presentazione...



Giovedì 17 maggio 2018 alle 17:00,
presso l'ex chiesa di San Giovanni Battista a Pistoia
 (corso A. Gramsci, n. 41), organizzata dall'Associazione
Culturidea, introduce Elena Zucconi della libreria Les Bouquinistes
.




Venerdì 18 maggio 2018 alle 18:00 presso la Libreria Ponchielli
di Cremona (piazza Sant'Antonio Maria Zaccaria, n. 10),
una delle più belle libreria d'Italia,
presento il libro con lo scrittore e traduttore Jacopo Narros.



Foto di Elena Baila


In alto, il primo da destra, s'intravede Jacopo Narros.


Qualcuno ha detto che, alle mie spalle, sarebbe stato
più appropriato scrivere: VIETATO APPOGGIARSI ALL'ALBANI.
Foto scattate il 18 maggio 2018 durante la presentazione
del libro alla Libreria Ponchielli di Cremona.


_________________________________


HOME   PAGE        TèCHNE         RACCONTI     POESIA VISIVA

ENCICLOPEDIE   BIZZARRE       ESERCIZI   RICREATIVI       NEWS